Invito all’Evento: “Tecnologie del passato per prodotti del futuro.”

Progetto pilota – nell’ambito dei progetti europei “Marie Sklodowska Curie“ per il movimento dei ricercatori in Europa – promosso con lo scopo di incrementare le strategie per lo sviluppo sostenibile e la collaborazione tra le istituzioni accademiche, mirando al recupero di “saperi e competenze” perdute o trascurate, con l’intento di creare soluzioni per nuovi prodotti creativi di eccellenza manifatturiera. Il progetto rientra nell’ambito delle azioni di innovazione di metodo e di processo che FaròArte promuove per definire modelli e buone pratiche per la crescita dell’economia circolare.


Starter Meeting – promosso da FaròArte per il #MadeinRome – durante il quale la Dott.ssa Veronica Testolini, archeologa e ricercatrice della Sheffield University (GB) illustrerà il suo percorso di ricerca innovativa e si confronterà con una selezionata rappresentanza di eccellenze dell’artigianato romano per raccogliere pareri ed idee su quali aspetti della “ricostruzione di tecnologie antiche” possano interessare i protagonisti del Saper Fare Creativo per sviluppare nuovi prodotti da promuovere sul mercato di qualità.

Roma – Martedì 12 Novembre ore 16,30 – Palazzo del Freddo “Giovanni Fassi” – Sala “Giuseppina”

Via Principe Eugenio, 65 (Metro “A” Vittorio Emanuele – Manzoni)

premessa

L’evento mira al recupero del sapere tecnico perduto o trascurato, creando soluzioni per nuovi prodotti che promuovano le eccellenze artigiane creative che ci hanno reso famosi nel mondo dall’antichità fino alla rivoluzione dei consumi degli anni ‘60, creando prodotti che siano realmente “Made in Italy”. Per fare questo si ritiene necessario confrontarsi con i diretti interessati, artigiani e piccole imprese manifatturiere.

modalità

Durante l’incontro, Veronica Testolini – archeologa specializzata in analisi sui materiali archeologici – illustrerà i principali aspetti delle tecnologie del passato che si posso ricostruire con le analisi di laboratorio e le sperimentazioni su reperti archeologici. La ricercatrice presenterà alcuni esempi di ricostruzioni dei processi produttivi di oggetti provenienti da scavi archeologici o musei, con associati i prodotti moderni realizzati ispirandosi a  tecniche del passato. Dopo la presentazione, verranno raccolte le impressioni dei partecipanti sulla fattibilità del progetto, cercando di individuare gli aspetti che, tramite l’analisi ricostruttiva tecnologica, possano creare interesse per l’attività produttiva e commerciale dei partecipanti.

obiettivi

  • Questo incontro sarà il primo passo per costruire un dialogo tra ricerca archeologica e l’eccellenza artigianale creativa romana, quali protagonisti in grado di trasformare le idee in oggetti concreti e innovativi, in chiave di economia circolare e sostenibilità ambientale.
  • I risultati finali dell’incontro saranno inseriti nella domanda di Fondi Europei, per costruire una collaborazione attiva tra il mondo della ricerca archeologica e le coinvolte attività artigianali creative dell’area di Roma.
  • In fase di attuazione del progetto, saranno fornite consulenze pratiche su materiali, tecniche di modellazione, sequenze produttive, forme e decorazioni provenienti da ricostruzioni archeologiche e storiche. I costi delle attività di laboratorio e la manifattura per la produzione dei campioni sperimentali saranno previsti nel supporto finanziario del progetto nei limiti dei fondi disponibili dal bando.

L’Evento è a numero chiuso: per riservare la propria partecipazione registrarsi QUI

al termine assaggi liberi delle prelibatezze della Gelateria Fassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com