Ricevuti dal Sindaco Marino, il quale scrive al Ministro Franceschini per la riapertura delle Botteghe del San Michele, già a partire dal Giubileo !

Lettera Marino a Franceschini su San Michele

Lettera del Sindaco Marino al Ministro Franceschini sul San Michele

… anche nei mesi estivi prosegue l’impegno per lo sviluppo degli obiettivi del progetto per il “Made in Rome” che continua a raccogliere sostenitori di eccellenza …

… su iniziativa ed incalzante sollecitazione dell’Arch. Cristiano Mandich – rappresentante del Consorzio FaròArte promotore del progetto per il “Made in Rome” ed anche in qualità di presidente dell’Artigianato Artistico di ConfArtigianato Imprese Roma – una delegazione di Artigiani accompagnata da Mauro Mannocchi – presidente di ConfArtigianato Imprese Roma – è stata ricevuta mercoledì 12 agosto dal Sindaco di Roma Ignazio Marino … il quale ha fatto sua l’istanza indirizzando una sua personale lettera al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini

Illustre Ministro, Caro Dario,

da più voci, alle quali anche io mi sono unito, è stata evidenziata l’importanza che le botteghe, i mestieri, le maestranze hanno avuto nella storia artistica, culturale ed economica della nostra Città.

Trova piena condivisione che le idee finalizzate alla valorizzazione e allo sviluppo di tessuti economici artistici e di pregio meritino di essere considerate e sostenute.

Al riguardo, desidero esprimerLe la completa e immediata disponibilità di questa Amministrazione a condividere e supportare, con ogni utile azione, il progetto di riapertura delle botteghe storiche nel complesso monumentale di San Michele a Ripa.

La realizzazione di tale progetto potrebbe trovare, tra l’altro, una straordinaria occasione nel quadro degli interventi da realizzare in vista del prossimo evento giubilare.

Con stima,

Ignazio Marino

il Foro del Fare Creativo del Made in Rome

questo l’articolo di Salvatore Giuffrida pubblicato su La Repubblica del 14 agosto 2015 che riporta dell’incontro e della lettera

"Per il Giubileo bottegh...ele" - la Repubblica.it“Per il Giubileo botteghe artigiane al San Michele”

Il Giubileo può essere l’occasione per rilanciare antiche tradizioni come l’artigianato: le strutture non mancano, a Roma e nel centro storico. Qui, tra il lungotevere Aventino e Porta Portese, svetta il complesso di San Michele a Ripa: nato alla fine del ‘600 per volere di Papa Innocenzo XI, fu un ospizio per giovani orfani e bisognosi, un centro di rieducazione, un carcere.

Ma non solo: sulla strada, verso il porto di Ripa lungo il Tevere, si contavano 36 botteghe di artigiani. Pellai, liutai, cestari, gli arazzi che si vendevano fino in Francia: c’era il meglio dell’artigianato romano.

Oggi, da quando il complesso è diventato di proprietà dello stato alla fine degli anni Sessanta, è tutto chiuso: alcune botteghe sono usate come archivi, ma la maggior parte è in abbandono. Il Giubileo può essere l’occasione per riaprirle: la proposta di Confartigianato è di convertirle in spazi di esposizione e vendita di prodotti artigianali, anche alimentari, oltre a ospitare eventi e iniziative per presentare proposte e idee. Tutti sotto il marchio registrato del “made in Rome“: «Così si crea un brand – afferma Mauro Mannocchi presidente di Confartigianato Roma – con un appeal sicuro in tutto il mondo e che dà di Roma una immagine pulita, riconoscibile e smart. Come New York, Londra, Parigi».

Il progetto non richiede altri spazi se non le botteghe sul lungotevere: l’obiettivo è aprirne 4-5 all’inizio dell’Anno Santo tra cui la vecchia taverna spagnola, di fine ‘600. Poi le altre fino all’arsenale pontificio, di fronte al mercato, dove saranno realizzati laboratori artigianali. Tutto senza alcuna modifica alle strutture del ministero dei beni culturali, che nello stabile ha diversi uffici direzionali.

Ma non sarà facile; per questo gli artigiani hanno incontrato due giorni fa il sindaco, da cui hanno ricevuto una intesa di massima, e hanno scritto una lettera al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini: già in passato ha manifestato interesse nel recuperare l’area dal punto di vista storico e urbanistico.

2 comments for “Ricevuti dal Sindaco Marino, il quale scrive al Ministro Franceschini per la riapertura delle Botteghe del San Michele, già a partire dal Giubileo !

  1. 4 settembre 2015 at 19:58

    E’ una occasione straordinaria per dare una nuova identità ad un luogo importante di Roma, a torto dimenticato dai cittadini e usato impropriamente dall’amministrazione dello stato nello specifico caso dallo stesso Ministero dei Beni Culturali, che contrariamente a quanto annuncia “….promuovere e valorizzare…” tiene chiusi senza una motivata ragione luoghi che dovrebbe rendere fruibili per la città.

  2. 7 settembre 2015 at 13:41

    Il ritorno della Manualità a Roma un diritto dovere del ritorno degli Artigiani per dare la possibilità ai giovani di ritrovare e scoprire gli Antichi Mestieri. l’Arte
    alle origini……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com